top of page
  • AcliTrieste

Domenica 24 settembre 2023


Cos'è successo? Era straniero? Sono state le mafie? La città non è più sicura e non è più come una volta?


Oggi più che mai abbiamo bisogno di certezze e mai come ora sentiamo la necessità di trovare velocemente un responsabile, un nemico. Qualcuno a cui addossare le responsabilità per poter continuare serenamente la nostra quotidianità.

Sembra che Trieste, da questa mattina, sia cambiata. Lo schiaffo che abbiamo ricevuto brucia. Sia sulla pelle che nell'anima della città. Perché quello che è successo non è un semplice fatto di cronaca, ma qualcosa di più profondo. Qualcosa che non può avere una risposta semplice.


Cos'è successo? Era straniero? Sono state le mafie? La città non è più sicura e non è più come una volta?


Non possiamo e non dobbiamo fermarci alla superficie. Non vogliamo più accontentarci di risposte semplici o slogan. Pretendiamo che le istituzioni che ci governano e chi ci rappresentano abbiano il coraggio e la determinazione di lavorare per il bene della nostra collettività. Le Acli di Trieste, in questo momento, non se la sentono di incolpare nessuno, sarebbe troppo facile. Confidiamo nei corpi dello Stato che stanno lavorando per ricostruire l'accaduto. E ci auguriamo che la politica si faccia carico di garantire non solo la sicurezza dei cittadini di Trieste, ma di costruire d'ora in avanti un clima di pace, fiducia e cooperazione. Le paure si insinuano nelle spaccature sociali e proliferano con le divisioni. Crediamo che la soluzione passi attraverso un lavoro che deve coinvolgere tutti. E siamo convinti che la risposta non potrà ridursi ad un momentaneo maggior presidio del territorio.


7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page